Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

Il MEI, Meeting delle Etichette Indipendenti, la più importante rassegna della musica indipendente italiana, ideata e coordinata da Giordano Sangiorgi, propone un programma nutritissimo e con nomi di spicco. Saranno tre giorni di concerti, forum, convegni, fiere e mostre nelle principali piazze della città. L’edizione di quest’anno è dedicata a Ivan Graziani, scomparso 25 anni fa.

Le prenotazioni per i posti in teatro partiranno da lunedì 12 settembre alle ore 10. La prima anteprima sarà il 7 settembre quando a Monte Brullo alle 20 il MEI premierà alla Carriera il grande bassista “Gallo” del Gallo Team vero grande rocker italiano, prima dell’esibizione del Gallo Team  e di un artista emergente locale di Faenza Rock.

Il 24 settembre alle 17 alla Galleria della Molinella inaugurazione della mostra delle copertine di dischi del grande fumettista Guido Crepax e dalle 19 al Parco Mita anteprima MEI25 con Tupamaros e le Emisurela per una serata folk tipica per la sagra della pizza fritta che l’anno scorso riscosse un grandissimo successo.

La rassegna apre ufficialmente il 29 settembre a Bologna in Piazza Lucio Dalla con l’assessore alla Cultura Elena Di Gioia e la giornata di convegni e musica dedicata alla parità di genere dell’Onda Rosa Indipendente con Roberta Giallo e Laura Gramuglia.

Tra i premiati, Gianluca Grignani con la Targa MEI speciale per i 25 anni dell’album “La fabbrica di plastica”. La cerimonia di consegna del premio avverrà l’1 ottobre sul palco centrale del MEI in Piazza del Popolo a Faenza, in occasione del live dell’artista.
E ancora premi ai C’Mon Tigre, Ditonellapiaga, Mobrici, Frida Bollani Magoni, Valerio Lundini, Luca Madonia, Doro Gjat, iRio.
Tutti i premi verranno consegnati l’1 ottobre a Faenza sul Palco Centrale in Piazza del Popolo, sul palco del Teatro Masini e sul Palco Giovani MEI in Piazza della Libertà.

Fin dalla prima storica edizione, il MEI è stato la piattaforma di lancio della nuova scena indipendente italiana con artisti che sono diventati pilastri della musica in Italia e ha premiato emergenti oggi considerati punte di diamante della nuova scena artistica del nostro Paese.
Tanti sono stati anche gli artisti che hanno mosso i loro primi passi proprio al MEI, come ad esempio Daniele Silvestri che nel 1997 allestì un suo stand espositivo e più recentemente i Måneskin, che al MEI di Faenza hanno realizzato una delle loro primissime e uniche esibizioni in un festival indipendente fuori da Roma. 

Durante i suoi 27 anni di attività il MEI, con le sue edizioni ufficiali insieme alle tante edizioni speciali (a Bari, Roma e in altre città), ha registrato un totale di 1 milione di presenze, la partecipazione di 10 mila artisti e band dal vivo, 5 mila realtà musicali coinvolte in expo e convegni e 1000 giornalisti (più di 100 dal resto d’Europa) che hanno parlato del MEI contribuendo a renderla la più importante vetrina della nuova e nuovissima musica italiana.

Verranno selezionate le migliori realtà indie italiane grazie al circuito di AudioCoop, che rappresenta circa 200 piccole etichette discografiche indipendenti italiane, e saranno presenti, unico caso in Italia, i vincitori di oltre 100 festival e contest per emergenti provenienti da tutta la Penisola e selezionati da AudioCoop, coordinamento etichette indipendenti, dalla Rete dei Festival, dal circuito di AIA – Artisti Italiani Associati, insieme a La Squadra per la Musica, il programma in oltre 150 radio Classic Rock on Air. 

Pubblicità

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: